Vai a sottomenu e altri contenuti

Attivazione intervento socio assistenziale denominato 'Buono socio-assistenziale a sostegno della domiciliarità'

Data pubblicazione on line: 07/01/2021

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO SOCIALE

in attuazione

- della deliberazione della G.C. n. 72 del 04/12/2020;

- della propria Determinazione n. 113 del 31/12/2020;

RENDE NOTO

L'ATTIVAZIONE DELL'INTERVENTO SOCIO ASSISTENZIALE DENOMINATO 'BUONO SOCIO-ASSISTENZIALE A SOSTEGNO DELLA DOMICILIARITÀ'

ART. 1 - OGGETTO

Il presente intervento è un sostegno economico concesso alla famiglia che garantisce le cure per il mantenimento a domicilio del familiare anziano o adulto che ha subito un evento improvviso che lo ha reso incapace di provvedere autonomamente ai propri bisogni in quanto, necessita di trattamenti di cura sociali sostitutivi o integrativi di quelli familiari ed è in attesa di ricevere le certificazioni sanitarie necessarie ad ottenere finanziamenti di assistenza mirati;

ART. 2 - DESTINATARI

I destinatari dell'intervento sono l'anziano o adulto che ha subito un evento improvviso che lo ha reso incapace di provvedere autonomamente ai propri bisogni in quanto, necessita di trattamenti di cura sociali sostitutivi o integrativi di quelli familiari ed è in attesa di ricevere le certificazioni sanitarie necessarie ad ottenere finanziamenti di assistenza mirati;

ART. 3 - TERMINI E MODALITÀ

Si accede all'intervento:

- su istanza dell'utenza da presentarsi entro il 31 Ottobre 2021;

- previa acquisizione di idonea certificazione sanitaria attestante la condizione di non autosufficienza; -

la richiesta di ammissione al presente intervento verrà istruita dall'Ufficio competente entro 15 giorni dal ricevimento all'ufficio protocollo dell'Ente;

ART. 4 - ATTUAZIONE INTERVENTO

Le prestazioni socio assistenziali (cura dell'igiene personale, aiuto nella preparazione dei pasti, assistenza e aiuto nella deambulazione, mobilizzazione, vestizione e nella gestione delle altre attività quotidiane) dovranno essere rese da assistente a persone non autosufficienti anche prive di qualifica professionale, assunta a cura della famiglia del beneficiario con regolare contratto secondo il CCNL domestico, ma non da parenti conviventi né da quelli indicati all'art. 433 del Codice Civile.

Il presente intervento non potrà essere cumulabile con misure regionali o nazionali finalizzate a fornire servizi similari.

Il presente intervento potrà essere riconosciuto all'interessato per un periodo di massimo tre mesi.

ART. 5 - ENTITA' BUONO

L' entità del buono è quantificato in base alla condizione economica del nucleo familiare, considerando come parametro l'attestazione ISEE, secondo le fasce di cui alla presente tabella:



Fascia

Entità buono

da €0 a 6.000,00 € 150,00 mensili
da € 6.000,01 a 12.000,00 € 100,00 mensili
Superiore a € 12.000,01 € 80,00 mensili

Le richieste potranno essere accolte fino ad esaurimento delle risorse stanziate

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
modulo_domanda Formato doc 50 kb
Avviso_attivazione_buono_socio-assistenziale Formato pdf 148 kb

A chi rivolgersi

A chi rivolgersi - Referente
Ufficio/Organo: Area Socio Culturale
Referente: Francesca Marreddu
Indirizzo: Via Chiesa n. 6 09029, Setzu (SU)
Telefono: 0709364012  
Fax: -
Email:
Email certificataa: protocollo@pec.comune.setzu.vs.it
Scheda ufficio: Vai all'ufficio
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto